Converting

Il mercato del Converting, così come viene largamente inteso, abbraccia tutte quelle applicazioni che fanno della svolgitura di un materiale il passo principale per le sue successive fasi di lavorazione. I diversi materiali coinvolti (carta, cartone, film plastici, ecc.), le loro peculiarità e le particolari lavorazioni a cui sono sottoposti consentirebbero ulteriori sotto-classificazioni; tuttavia, dal punto di vista dei freni, è possibile trattare il converting nell'accezione più ampia del termine.

La Coremo Ocmea opera da lungo tempo in questo mercato, in particolar modo, con freni pneumatici installati su macchine di diverso tipo: flessografiche, rotocalchi, taglierine, accoppiatrici, spalmatrici, goffratrici, macchine per etichette, ribobinatrici, macchine per la produzione del cartone ondulato, ecc.

I freni vengono normalmente applicati su aspi svolgitori al fine di fornire una coppia resistente allo svolgimento della bobina e garantire in tal modo una tensione specifica per il materiale svolto. Durante tutta la fase di svolgimento, il tiro del materiale deve rimanere costante, affinché la successiva stampa, laminazione, incollaggio, taglio, goffratura avvengano in modo corretto. Inoltre, a causa della diminuzione del diametro della bobina, è necessario ridurre proporzionalmente la coppia resistente fornita dal freno. I freni lavorano a slittamento continuo laddove, per effetto della riduzione diametrale, la pressione di lavoro diminuisce, mentre il numero di giri aumenta costantemente. In queste condizioni di lavoro è fondamentale che il valore effettivo del coefficiente di attrito, caratteristica peculiare del materiale, rimanga pressoché stabile al variare delle temperature e delle velocità.

Per applicazioni in cui la velocità di lavoro o le coppie sono particolarmente alte, come nel caso delle taglia-ribobinatrici e delle macchine per il cartone ondulato, i freni vengono equipaggiati con un apposito ventilatore al fine di aumentare la capacità termica dissipativa del freno, evitando così la vetrificazione delle pastiglie.

I freni a pinza pneumatici Coremo vengono utilizzati anche con altre finalità; ad esempio, per la frenatura del tamburo centrale, come nelle macchine flessografiche, per la frenatura dei rulli nonché in applicazioni speciali con lo scopo di rallentare, arrestare o mantenere bloccate parti di macchine in movimento.